Le unità di degenza dispongono complessivamente di 20 camere.
Tutti i ricoveri avvengono su indicazione o previa conferma di un Medico della Casa di Cura.

Sono previste le seguenti modalità:

Per il "ricovero d'urgenza", il medico in servizio dispone direttamente il ricovero immediato del Paziente in tutti i casi in cui ravvisa una urgenza clinica. Il ricovero d'urgenza può avvenire anche per trasferimento da altra struttura pubblica o privata. Il ricovero d'urgenza in corsia o in terapia intensiva ed i relativi oneri sono totalmente a carico del Servizio Sanitario Nazionale (SSN), salvo che il paziente non opti per una camera "con maggior comfort alberghiero".

Per il "ricovero programmato", lo stesso viene programmato nel tempo, con inserimento nell'apposito registro delle prenotazioni (lista di attesa), in tutti i casi in cui patologie e/o quadri clinici non richiedano interventi d'urgenza. Il registro prenotazioni è posto sotto la responsabilità del Primario e sotto la vigilanza del Direttore Sanitario.

Il ricovero con maggior comfort alberghiero.
Il Paziente può richiedere che la sua degenza avvenga in condizioni di maggior comfort alberghiero, in questo caso la camera a 1/2 letti con bagno, televisore e telefono viene esclusivamente a lui riservata ed il secondo letto può essere utilizzato per il pernottamento di un familiare.

Gli oneri connessi alle cure sanitarie sono a totale carico del SSN; a carico del paziente è prevista una tariffa per il maggior comfort alberghiero.

 La Casa di Cura eroga prestazioni di diagnosi e cura in regime di ricovero convenzionato nelle branche di:








IN EVIDENZA



Siracusa, 15 marzo 2018 - L’avvocato Giuseppe Cavallaro, in nome e per conto della Casa di Cura Villa Azzurra srl, della Gesin srl e delle persone Fabrizio Italia, Sebastiano Volante e Giuseppe Caramma, in riferimento al provvedimento notificato stamattina dalla Procura di Siracusa, dichiara: «La Procura ha lavorato in modo perfetto. Quello di stamattina non è infatti un provvedimento contro l’azienda ma un atto che, oltre a garantire i posti di lavoro, dà all’attuale gestione e proprietà la possibilità di chiarire tutti gli aspetti oscuri di questa vicenda che ha origine nel 2011. La precedente gestione, rappresentata dall’amministratore rag. Dario Meli, aveva infatti accumulato 12milioni e 500mila euro di debiti tra erario, fornitori e lavoratori. Ma ad oggi abbiamo risanato tutta la massa debitoria dell’azienda e portato il bilancio della Casa di Cura Villa Azzurra in utile per circa 400mila euro. Ma la Procura non ne è a conoscenza perché non abbiamo ancora depositato il bilancio presso il registro delle imprese. Per cui tutta la massa debitoria indicata nel decreto di sequestro preventivo sarà smentita dal deposito del bilancio che avverrà ad horas. In merito al fallimento dell’azienda, il tribunale di Siracusa, sezione fallimentare, si è già espresso rigettando l’istanza presentata a seguito della produzione documentale attestante gli accordi transattivi con numerosi creditori e una situazione economico-patrimoniale aggiornata al 31 agosto 2017 che ha affermato la sussistenza di un utile provvisorio, a tale data, pari a 733.031,48 euro».



Il presente sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo. Clicca qui per prendere visione dell'informativa.
INFORMATIVA PRIVACY